Messaggero Veneto

Venerdì 15 Marzo 2019

 

Accordo per la Bassa: alloggi alle donne che subiscono violenze

Lo prevede un protocollo d'intesa firmato dal Comune.
Inaugurato il Punto d'ascolto nella sede della Cisl

"Non siamo sole, ascoltiamoci". Questo sarà l'obiettivo dello sportello del Punto ascolto della Bassa Friulana inaugurato ieri nella sede Cisl di san Giorgio di Nogaro, contro ogni violenza: da quella perpetrata all'interno dei luoghi di lavoro a quella esercitata in famiglia, da quella che deriva dal sessismo a quella psicologica alimentata, ma anche quella sui minori.

Nell'occasione il Comune di San Giorgio di Nogaro ha sottoscritto un protocollo d'intesa, che tra le altre cose prevede la messa a disposizione di alloggi comunali a donne che subiscono violenza. In particolare il Comune si rende disponibile ad accogliere le persone segnalate dallo sportello e a promuovere la realizzazione di interventi di prevenzione, formazione e sensibilizzazione anche all'interno di tutta l'Uti Riviera della Bassa Friulana".

Lo sportello sarà operativo ogni martedì dalle 17.30 alle 19 o su appuntamento. Il Centro di San Giorgio nasce per iniziativa della Cisl che si avvarrà della collaborazione dei volontari dell'associazione Zero/Tre.

Dopo i saluti del referente Fnp Cisl Enzo Paravano che si è detto orgoglioso di ospitare questo servizio e ha ricordato che una donna su tre subisce una situazione di violenza. «Per dare una mano a chi è in difficoltà», ha continuato Paolo Mason (Ast Cisl di Udine). La referente del Tavolo della pari opportunità dell'Uti Riviera friulana e assessore di San Giorgio, Rachele di Luca ha rimarcato che il protocollo sarà attivo in rete, auspicando che altri lo siglino. A firmarlo il sindaco di San Giorgio Roberto Mattiussi.

La Regione, con la consigliera Maddalena Spagnolo, ha rimarcato il suo sostegno a queste iniziative contro la violenza di genere.

«Il nostro obiettivo - ha spiegato Renata Della Ricca, a nome della Cisl Fvg, della Cisl di Udine e dei pensionati, promotori dell'iniziativa - è quello di creare sul territorio un'alleanza forte tra istituzioni, società civile, mondo associazionistico e scuola, contro l'omertà di genere». Sono intervenute al successivo convegno anche Claudia Sacilotto, della segretaria Cisl Fvg, e Iris Morassi, segreteria Fnp Cisl Udine.

Francesca Artico

 
 

Mercoledì 13 Marzo 2019

 

Punto d’ascolto Cisl non solo per donne.

Giovedì 14 marzo l’inaugurazione nella sede di piazza della Chiesa

Dare voce e soprattutto un aiuto concreto alle donne – e anche agli uomini – che subiscono soprusi e violenze, sia nei luoghi di lavoro che nell’ambito familiare. Il progetto è della Cisl Udine che giovedì 14 marzo inaugura a San Giorgio di Nogaro un nuovo «Sportello d’ascolto». È il secondo del genere, dopo quello aperto a Udine tre anni fa.

«Spesso la violenza può essere psicologica – illustra Renata Della Ricca, coordinatrice referente dell’Area sindacale territoriale (Ast) Cisl di Udine –; in genere le vittime sono prevalentemente donne, ma abbiamo registrato anche casi di uomini, in particolare di giovani. Siamo consapevoli – aggiunge – che la violenza, oltre che nelle famiglie, si manifesta pure nei posti di lavoro e in varie forme: dal sotto salario alla minaccia di licenziamento, dal mobbing allo stress, diventato sempre più causa di malattie professionali».

Da qui la decisione di Cisl di ampliare a tutti il servizio offerto gratuitamente dallo sportello. Grazie anche ad una serie di protocolli, spiega Della Ricca, «siglata a livello regionale con le parti datoriali, con Confindustria, Confartigianato e le Centrali cooperative».

Per il progetto «Non siamo sole, ascoltiamoci», il sindacato si avvale della collaborazione di avvocati e psicologhe dell’Associazione di volontariato udinese «Zero su tre», nata nel 2016 con l’intento di dire basta al fenomeno sempre più diffuso e dilagante della violenza di genere.

Anche a San Giorgio sarà attivata una rete di contatti che coinvolge l’Amministrazione comunale e i Servizi sociali. «La persona in difficoltà – assicura Della Ricca –, dopo il primo incontro e l’ascolto da parte delle operatrici dello sportello, non sarà lasciata sola». Anzi. Come già accade a Udine, chi si rivolge a questo servizio Cisl, sarà inserito in un percorso di tutela e accompagnato passo dopo passo nelle scelte.

Lo sportello permetterà di ricevere opportune informazioni, ma anche di avere assicurate le necessarie tutele. A San Giorgio di Nogaro sarà operativo al martedì e giovedì pomeriggio nella sede della Cisl di piazza della Chiesa, 16. L’inaugurazione è prevista alle 10, con la partecipazione di Enzo Paravano, referente pensionati Cisl di San Giorgio e Paolo Mason, referente Ast Cisl di Udine. Alle ore 11, all’edificio Liberty, è previsto invece l’incontro di presentazione del progetto con la partecipazione, tra le altre, di Claudia Sacilotto della Segreteria regionale della Cisl e della consigliera regionale Maddalena Spagnolo.

Il «Punto d’ascolto» di Udine, in via Ciconi 16 (operativo al mercoledì pomeriggio), anche in questo caso gestito da volontari, nel 2018 ha seguito una ventina di casi. «Si tratta di persone, donne in particolare, che hanno subito stalking, non sempre facile da dimostrare, ma anche molestie, licenziamenti non motivati o a seguito di controllo subdolo. In questi casi – illustra Della Ricca – le abbiamo tutelate anche attraverso il nostro Ufficio Vertenze, impugnando i licenziamenti e in un caso abbiamo persino ottenuto il reintegro della lavoratrice». A Udine, sono stati seguiti anche due giovanissimi, di 17 e 19 anni, che subivano vessazioni all’interno del loro percorso scolastico.

Monika Pascolo

Punto d'ascolto Cisl
Punto d'ascolto Cisl
archivio
Renata Della Ricca
Renata Della Ricca
archivio
Iris Morassi
Iris Morassi
archivio

altre risorse: