Messaggero Veneto

Giovedì 23 Gennaio 2014

 

CONSIGLIO REGIONALE

Elettrodotto, Terna oggi in commissione

L'elettrodotto Udine ovest-Redipuglia sarà oggetto dell'audizione di oggi in quarta commissione. Chiesta da Terna (come già la passata legislatura) è prevista per il primo pomeriggio, presente l’assessore all’ambiente Sara Vito. Nel corso dell’incontro, il soggetto attuatore della maxi-infrastruttura da 380 Kw - costo 100 milioni di euro per un’estensione di 40 chilometri - esporrà a beneficio della commissione, rinnovata a seguito delle ultime elezioni, lo stato di avanzamento dell’opera.

Un cantiere, partito recentemente tra Santa Maria la Longa e Pavia di Udine, che nel tempo ha raccolto e continua a raccogliere attorno a sè non poche ostilità da parte di cittadini e di amministratori locali - tanto da spingerli a ricorrere al Tar -, ma anche di una fetta di sindacato. Vedi la Cisl di Udine che tramite il suo leader si è a più riprese espressa duramente contro la realizzazione dell’opera. Ritenuta inutile al Friuli e dannosa sotto il profilo ambientale.

Inascoltati gli appelli a Terna per un interramento. La società si è limitata a garantire la dismissione di 110 km di linee obsolete e di circa 400 vecchi tralicci oltre all’uso di sostegni monostelo a ridotto impatto ambientale in luogo dei tralicci troncopiramidali. Se ne discuterà ancora una volta oggi in commissione dove invece pare non approderà (non stavolta) l’altro discusso progetto di Terna: l’elettrodotto da 120 chilometri Okroglo-Udine ovest.

A più voci (bipartisan) nei giorni scorsi si è levata la richiesta di un’audizione, sull’onda delle preoccupazioni espresse da quanti vivono tra Cividale e le Valli del Natisone e guardano con timore all’ipotesi di veder sfregiato il territorio da nuovi tralicci.

Roberto Muradore
Roberto Muradore
archivio
Elettrodotto
Elettrodotto
archivio

altre risorse: