Messaggero Veneto

Domenica 08 Settembre 2013

 

Fania: «I dati Inps dimostrano che siamo in piena crisi»

«Purtroppo non ci aspettavamo dati diversi: quelli dell’Inps ci confermano ancora una volta come dalla crisi siamo tutt’altro che fuori». Il segretario generale della Cisl Fvg, Giovanni Fania non ha dubbi e incalza l’assessore Bolzonello ad aprire subito il tavolo settoriale sul manifatturiero.

«Non c’è tempo da perdere: anche le realtà che fino a oggi hanno resistito all’onda lunga della crisi incominciano a soccombere». Come se non bastasse – per la Cisl – sono tre i motivi di ulteriore preoccupazione: la copertura della cassa in deroga, il sensibile aumento dei lavoratori iscritti nelle liste di mobilità, accanto al moltiplicarsi sul territorio delle vertenze di crisi senza che ci sia a monte un reale percorso di soluzione delle stesse. «Di fronte a questo quadro deve essere immediatamente avviata quella che con la Regione abbiamo definito fase 2: non possiamo più fermarci a tavoli in cui certifichiamo le crisi e le accompagniamo al loro triste destino. Vale a dire che dobbiamo non solo monitorare, ma fare in modo che anche la politica faccia la sua parte, anche nei confronti del vicino Veneto, con cui sarebbe più utile pensare a strategie comuni piuttosto che alla salvaguardia del proprio territorio a scapito di quello altrui».

Se per la Cisl, dunque, la partecipazione ai tavoli è assolutamente importante e indispensabile – e va dato atto a questa Giunta di essere stata presente, con i propri assessori, sia nel territorio che a Roma – ormai la presenza, da sola, non è più sufficiente: si deve trovare un momento di confronto sulle prospettive, anche tenuto conto dell’ulteriore abbassamento del Pil che ci aspetta entro l’anno.

Giovanni Fania
Giovanni Fania
archivio

altre risorse: