La patrie dal Friul

Maggio 2014

 

La vôs de Cisl

Finanziarie 2014 e novitâts fiscâls

Mariannina Rocco - Responsabile Fiscâl Caf Cisl Udin

PROROGHE DE DETRAZION PAI INTERVENTS DI RECUPAR DAL PATRIMONI EDILIZI

E je stade disponude une altre proroghe de detrazion Irpef pai intervents di recupar dal patrimoni edilizi, cul limit massim di spese di 96.000 euros.

In particolâr, la detrazion e je ricognossude inte misure dal:
- 50% pes spesis sostignudis intal periodi 26.6.2012 – 31.12.2014 (impen che 31.12.2013);
- 40% pes spesis sostignudis dal 1.1 al 31.12.2015.

Dal 2016, la detrazion e sarà te misure previodude a regjim, duncje 36% cul limit di spese di € 48.000.

Cheste detrazion e je di podê doprâ par intervents di manutenzion straordenarie, pes oparis di restaur e risanament conservatîf, pai lavôrs di ristruturazion edilizie fats su lis singulis unitâts imobiliârs residenziâls di cualsisedi categorie catasticâl, ancje rurâls, e su lis lôr pertinencis.

Ancje la prevenzion dal compiment di ats ilecits de bande di tierçs si puedin detrai. Cussì tant che altris gjenars di lavôrs tant che la instalazion di une stue a pellet o dal climatizadôr.

Viodude la complessitât de normative, si rimande ae vuide de Agjenzie des Jentradis, che si pues scjariâ dal so sît.

PROROGHE DETRAZION ACUIST MOBII / ELETRODOMESTICS

E je sprolungjade fin ai 31.12.2014 la detrazion Irpef dal 50% pes spesis sostignudis pal acuist di mobiliis e grancj eletrodomestics che a jentrin inte categorie A+ (A pai fors).

La detrazion pal furniment e à di sotstâ a une serie di cundizions:

Lis spesis pai furniments a son previodudis par imobilis in ristruturazion, che par chê si usufruìs za de detrazion dal 50% (viôt parsore).

I lavôrs di ristruturazion a àn di jessi scomençâts prime dal acuist dai furniments. Nol è invezit necessari che a sedin ancje finîts. Al è pussibil duncje che i furniments a vegnin comprâts e paiâts prime che a sedin ultimâts i lavôrs di ristruturazion.

No ducj i lavôrs ogjet de detrazion dal 50% par recupar dal patrimoni edilizi a son ametûts tant che lavôrs di ristruturazion par podê usufruî de detrazion sui furniments. Dome i câs di intervents di manutenzion straordenarie, restaur e risanament conservatîf e di ristruturazion edilizie a permetin la detrazion dai furniments. Invezit, par esempli, la instalazion di implant di alarme, di stue a pellet o di implant di climatizazion no son ametûts.

Si pues cuistâ cualsisedi gjenar di furniment. Duncje, par esempli, se o ristruturi il bagn o pues puartâ in detrazion l'acuist di une gnove cusine o di un frigorifar.

Il paiament dai furniments al à di jessi fat cun bonific dulà che si specifichin dutis lis vôs che dopo a tornaran utilis intal moment de declarazion dai redits (viôt parsore) o ancje cun cjarte di credit.

Pai furniments al è pussibil puartâ in detrazion fin a un massim di 10 mil euros, che il lôr rimbors dal 50% si podarà recuperâ in 10 agns.

Par plui informazions, al è pussibil consultâ la mini vuide preparade de Agjenzie des Jentradis.

**********************

PROROGA DETRAZIONE INTERVENTI RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO

E’ stata disposta una ulteriore proroga della detrazione Irpef per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, con il tetto massimo di spesa pari a euro 96.000

In particolare la detrazione è riconosciuta nella misura del:
- 50% per le spese sostenute nel periodo 26.6.2012 – 31.12.2014 (anziché 31.12.2013);
- 40% per le spese sostenute dall’1.1 al 31.12.2015.

Dal 2016 la detrazione spetterà nella misura prevista a regime, quindi 36% con il limite di spesa di € 48.000.

Questa detrazione è usufruibile per interventi di manutenzione straordinaria, per le opere di restauro e risanamento conservativo, per i lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze.

Anche i lavori per prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi sono detraibili. Così come altri tipi di lavori come l’installazione di una stufa pellet o del climatizzatore.

Attenzione: tutte queste spese devono essere pagate mediante bonifico bancario “parlante”, ovvero che riporti i riferimenti normativi e il codice fiscale di chi detrae la spesa.

Data la complessità della normativa si rimanda alla guida dell’Agenzia delle Entrate scaricabile dal suo sito.

PROROGA DETRAZIONE ACQUISTO MOBILI / ELETTRODOMESTICI

E’ prorogata fino al 31.12.2014 la detrazione Irpef del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni).

La detrazione per l’arredo deve sottostare a una serie di condizioni:

Le spese per gli arredi è possibile su immobili oggetto di ristrutturazione per la quale si usufruisce già della detrazione del 50% (vedi sopra);

I lavori di ristrutturazione devono essere iniziati prima dell’acquisto degli arredi. Non è invece necessario che siano anche terminati. E’ possibile quindi che gli arredi vengano acquistati e pagati prima che siano ultimati i lavori di ristrutturazione;

Non tutti i lavori oggetto della detrazione del 50% per recupero del patrimonio edilizio sono ammessi come lavori di ristrutturazione per poter usufruire della detrazione sugli arredi. Solo i casi di interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia permettono la detrazione degli arredi. Mentre ad esempio l’installazione di impianto di allarme, di stufa pellet o di impianto di climatizzazione non sono ammessi;

E’ possibile acquistare qualsiasi tipo di arredo. Quindi ad esempio se ristrutturo il bagno posso portare in detrazione l’acquisto di una nuova cucina o di un frigorifero;

Il pagamento degli arredi deve avvenire con bonifico “parlante” (vedi sopra) oppure anche con carta di credito.

Per gli arredi è possibile portare in detrazione fino a un massimo di 10 mila euro la cui detrazione del 50% sarà recuperabile in 10 anni.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la mini guida preparata dall’Agenzia delle Entrate.

Mariannina Rocco - Responsabile Fiscale Caf Cisl Udine

Caf Cisl Udine
Caf Cisl Udine
archivio

altre risorse: