Il Friuli

Venerdì 17 Luglio 2015

 

Firme per un Fisco più equo

Dopo sette anni di crisi, i cittadini chiedono alla politica risposte certe, immediate e concrete per far ripartire l’economia. È per questo che la Cisl Udine ha aderito alla racconta firme per una legge di iniziativa popolare, “Per un Fisco più equo e giusto”.

“Stiamo presentando l’iniziativa in molte piazze del Friuli – spiega Paolo Mason, componente della segreteria della Cisl Udine -. La risposta dei cittadini c’è stata: abbiamo già raccolto più di 2.000 firme. La Cisl ritiene necessario il rafforzamento dei redditi dei lavoratori e dei pensionati e la ripresa dei consumi e della crescita”.

I punti cardine della proposta mirano a una riforma del sistema fiscale. “Proponiamo l’introduzione di un bonus di mille euro annui per tutti i contribuenti con reddito individuale fino a 40 mila euro e un bonus via via decrescente fino ai 50 mila euro. Riteniamo che sia necessario rafforzare le sanzioni amministrative e penali, aumentare i controlli, migliorare la tracciabilità dei pagamenti e l’utilizzo delle carte di credito per contrastare l’evasione fiscale.

Per correggere le disuguaglianze, è fondamentale una grande operazione redistributiva di ricchezza a favore di chi lavora, dei pensionati e delle aree sociali medio-basse. È indispensabile una nuova regolazione delle imposte e tasse locali che preveda un tetto complessivo di tassazione, collegando più chiaramente ciò che si paga alla fruizione dei servizi sul territorio. All’aumentare della fiscalità locale il cittadino deve ottenere una corrispondente riduzione del prelievo fiscale nazionale”.

Paolo Mason
Paolo Mason
archivio

altre risorse: