Il Gazzettino

Giovedì 21 Giugno 2012

 

«Lasciati soli a combattere la crisi. Va creata una rete di solidarietà»

I Sindacati.

La crisi uccide. Anche a Udine.

Per Roberto Muradore (Cisl) «è l’effetto della solitudine in cui è lasciato il cittadino produttore, o di beni o di servizi». Un uomo che si toglie la vita perché si sente strangolato dalle difficoltà economiche «è l’ennesima e tragica riprova che la crisi morde, azzanna le persone. E le persone non sono numeri. C’è un nome, un cognome, una storia, un lavoro dietro ciascuno. La crisi, ormai, riguarda tutti. Io ricordo benissimo - prosegue Muradore - i suicidi degli operai durante la crisi della Fiat. Allora, chi ne ha parlato? Adesso la crisi riguarda i lavoratori e riguarda gli imprenditori. Significa che chi produce in questo Paese è lasciato solo dalla politica e dalle istituzioni, che per trent’anni hanno pensato e fatto altro e non hanno fatto nulla per chi produce reddito. Questo è il Paese - sostiene con amarezza il sindacalista Cisl - di chi vive di rendita, dei redditieri e delle corporazioni. Chi lavora e produce veramente è il paria della società ed è lasciato solo».

Anche Alessandro Forabosco (Cgil) lamenta la mancanza di una rete di solidarietà. «Se l’episodio di Udine - dice - fa parte di quella catena di suicidi legati alle difficoltà economiche che vivono imprenditori e lavoratori, diciamo che è un’altra tragedia che questa crisi si porta dietro. Tutta la comunità dovrebbe avere un senso più solidale rispetto a queste questioni. È vero che i suicidi ci sono sempre stati, ma è evidente che i suicidi legati alle difficoltà di carattere economico sono un fenomeno di questi ultimi due anni in particolare». Per Forabosco «bisognerebbe che le istituzioni e un po’ tutti si dessero da fare per creare una rete di solidarietà, per affrontare questi casi. Bisognerebbe trovare dei punti di ascolto presso le associazioni, per cercare di intercettare queste persone prima che la crisi li precipiti nella disperazione».

Roberto Muradore
archivio

altre risorse: