I PENSIERI DELLA GENTE E LAVORATORI SUL SINDACALISTA

 
 

IMPEGNATO NELLE FABBRICHE E NELLE AZIENDE

 
 

di Gianfranco Cantoni

 
     

Se è gioviale è un ingenuo

Se va al bar è un ozioso perditempo

Se sta in ufficio è un orso

Se è pensoso è un musone insoddisfatto

Se è bello è vanitoso o invidiato

Se è brutto, nessuno l’ha voluto

Se è vestito bene è un uomo di mondo

Se veste normale è un conservatore

Se parla con i ricchi è un capitalista

Se sta con i poveri è un comunista

Se sta con tutti è un qualunquista o, peggio, un opportunista

Se è grasso non si lascia mancare niente

Se è magro è un avaro

Se negli interventi prende uno spunto dalla cristianità è un bigotto

Se fa interventi lunghi è un noioso

Se nell’intervento alza la voce è nevrastenico

Se parla normale, non si capisce niente

Se ha la macchina da 120 hp o più è un sindacalista ricco

Se ce l’ha di piccola cilindrata non è al passo con i tempi

Se va a cercare gli iscritti è un ficcanaso

Se resta in sede non và mai a trovare i suoi iscritti

Se chiede l’iscrizione al sindacato è un palancaio

Se non costruisce nulla o non organizza nulla fa morire il sindacato

Se nei colloqui con gli iscritti è lungo vuol sapere troppo

Se è svelto non ascolta gli operai

Se comincia puntualmente le riunioni il suo orologio è avanti

Se comincia in ritardo fa perdere tempo a tutti

Se è giovane è senza esperienza

Se è vecchio è ora che vada in pensione

Se viene trasferito era sempre ora

Ma quanti realmente aiutano o danno una mano al sindacalista?(compreso il sindacato stesso)

Gianfranco Cantoni
Gianfranco Cantoni
archivio

altre risorse: