Messaggero Veneto

Martedì 20 Gennaio 2015

 

La storia degli operai friulani raccontata da Liani e Tonino

«Ho avuto più volte la possibilità di essere promosso impiegato, ma ho sempre rifiutato. Non mi sono mai pentito, non volevo trascorrere una parte della mia vita a fare il passacarte». A dirlo uno dei tanti operai sentiti da Giuseppe Liani e Mauro Tonino, autori di un coinvolgente affresco sulla condizione operaia nella nostra regione dal secondo dopoguerra a oggi.

Lo scritto costituisce il cuore del volume “Il prezzo del lavoro” che oggi, alle 17.30, sarà presentato a Udine in sala Ajace. «Un volume toccante, coinvolgente e importante – lo definisce nella prefazione la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan –, che ci racconta attraverso approfondimenti storici, normativi e dando voce ai protagonisti reali, i lavoratori e le lavoratrici, gli operai e le operaie della forte terra friulana, nel profondo nord-est, come è cambiato il mondo del lavoro nelle fabbriche».

All’appuntamento in sala Ajace interverranno, introdotti dal segretario della Cisl di Udine, Roberto Muradore, e dall’assessore alla cultura Federico Pirone, i quattro autori, Liani, Tonino assieme ai professori Bruno Tellia e Gian Luigi Cecchini. Sarà un’occasione per discutere, visto il tema del libro, di questioni di stringente attualità, su tutte la crisi economica che è la stessa Furlan a tirare in ballo nella prefazione: «Dopo più di sei anni di crisi – si legge – gli ultimi dati statistici ancora ci dicono che il ciclo negativo dell’industria italiana non appare superato. Per la Cisl, senza il rilancio del settore manifatturiero, che rappresenta la nostra vocazione economica, non potrà esserci né crescita, né lavoro».

Se ne discuterà come detto in sala Ajace, anche grazie agli spunti che saprà regalare ai presenti una figura storica della grande famiglia Cisl: Franco Bentivogli, già segretario nazionale Fim.

Maura Delle Case

Il prezzo del lavoro
Il prezzo del lavoro
archivio

altre risorse: