Il Gazzettino

Venerdì 21 Novembre 2014

 

LA PROPOSTA. Il Segretario Cisl auspica più interventi da parte del “pubblico”.

Muradore: ridateci l’Agenzia del lavoro

A poche settimane dalla fine del 2014, il segretario della Cisl di Udine, Roberto Muradore, traccia un quadro della situazione in ambito economia e lavoro, con una sguardo sulle prospettive.

Segretario, siamo usciti dalla crisi? «I dati relativi all'andamento dell'economia riportato tutti alla cruda realtà. Realtà che, come la Cisl di Udine sostiene da tempo, parla chiaro e dice che la ripresa non c'è. Al posto di una crescita dello 0,8 prevista dal Governo nel non lontano aprile 2014, oggi si fanno i conti con un calo del Pil italiano pari a 3 decimi, bene che vada. E per il 2015 la prima stima formulata, di solito più favorevole, quantifica la crescita attesa allo 0,6%».

Come vanno le cose in Friuli? «Ci sono stati tre anni consecutivi negativi per il Pil italiano ma anche in Friuli Venezia Giulia: c'è stato un calo del 2,1% nel 2012, dell'1,7% nel 2013 e un segno negativo per il 2014, auspicabilmente molto prossimo allo zero, se ci vogliamo mettere una punta di ottimismo. L'impatto sul mercato del lavoro e sulla struttura produttiva è stato molto pesante. In tre anni, dal 2011 al 2013, la nostra regione ha perso oltre 1.200 imprese, di cui 886 manifatturiere. Nel primo semestre 2014 ne abbiamo perse altre 573, di cui 141 manifatturiere. Nei primi 6 mesi del 2014, in FriuliVg, i disoccupati ammontano a oltre 43.000, per un tasso di disoccupazione generale del 7,9% e uno femminile del 9,1%».

Ma le esportazioni sono cresciute: quanto incide nella ripresa questa parte dell'economia? «Nel primo semestre del 2014 il contributo delle esportazioni del Friuli Venezia Giulia è stato pari a 6 miliardi, registrando un aumento dello 0,9% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Questo è un dato positivo ma nettamente insufficiente se si considerano le ingenti quote di export perse gli anni scorsi».

Qual è la situazione del mercato del lavoro? «La cassa integrazione e guadagni nei primi dieci mesi del 2014 ha superato la soglia dei 25 milioni di ore autorizzate facendo segnare una crescita di quasi 2 milioni di ore rispetto all'analogo periodo del 2013. Nella provincia di Udine, peraltro, ha effettuato un balzo in avanti del 17,6%, più che doppio rispetto a quello dell'intero Fvg (+8,4%). E ciò a fronte di un calo italiano del 3,6%, del 14,9% del Nordest e del 21,3% del Veneto. Non possiamo nemmeno confortarci col detto "mal comune mezzo gaudio". E poiché la componente ordinaria è scesa dalla quota del 27,5% del 2013 al 16,6% delle ore integrate totali, c'è un rischio più elevato di esuberi. Così proseguendo, infatti, l'ammontare totale di cig totale oltrepasserà la soglia delle 30 milioni di ore nel 2014 ovvero oltre diciottomilatrecento lavoratori "sospesi", di cui quindicimilatrecento in cassa integrazione speciale e in deroga. Già nei primi 6 mesi del 2014, in FriuliVg, i disoccupati sono oltre 43.000, per un tasso di disoccupazione generale del 7,9% ed uno femminile del 9,1%».

Cosa bisogna fare per uscire da questa situazione? «Tante, tante cose, che sintetizzo necessariamente in poche parole. Per poter sperare in un 2015 migliore sono più che mai urgenti azioni concrete di politica industriale, di politica attiva del lavoro e va re-istituita una Agenzia regionale del lavoro non burocratica al servizio del territorio. L'avarizia del mercato, infine, richiede una maggiore e più qualificata presenza della mano pubblica, anche nella nostra Regione, alla faccia di quel neoliberismo che ci ha portati alla rovina. Ma è necessario procedere lungo la strada delle riforme per efficentare la macchina amministrativa, ridare efficacia alle partecipate regionali e tagliare gli sprechi anche per rinvenire risorse da destinare a politiche di sviluppo. Per cogliere questi obiettivi la politica non deve essere litigiosa e autoreferenziale e le parti economiche e sociali non devono cedere a interessi di bottega ed egoismi corporativi».

Roberto Muradore
Roberto Muradore
archivio

altre risorse: