FNP

dell'Udinese e della Bassa Friulana
Via C. Percoto, 1 - UDINE
Tel. 0432-246491 - Fax 0432-204046
E-mail: pensionati.udine@cisl.it
Sito internet: www.pensionaticisludine.it

Messaggero Veneto

Martedì 31 Marzo 2015

 

Oggi un convegno della Cisl su “Giovani e lavoro”

«È bene che si parli di giovani e lavoro, finalmente questo accade spesso. Ma occorre uscire dagli stereotipi, dalla banalità e dal luoghi comuni». Roberto Muradore, segretario della Cisl di Udine, introduce così il convegno du “Giovani e lavoro” in programma oggi alle 9 a Cividale, al Centro San Francesco, organizzato dalla stessa Cisl, insieme alla Fnp Cisl, ovvero i pensionati, in collaborazione con la Banca Popolare di Cividale.

Dopo gli interventi di saluti del sindaco di Cividale, Stefano Balloch, di Ennio Tonutti della Fnp e Paolo Mason della Ust Cisl, a introdurre il tema sarà il sociologo Bruno Tellia. Quindi la tavola rotonda con Ermenegildo Bonfanti, segretario nazionale della Fnp, Matteo Di Giusto, presidente dei Giovani di Confindustria, Loredana Panariti, assessore regionale al Lavoro, Gianluigi Petteni, segretario Cisl nazionale, Francesco Roiatti, presidente dei Giovani di Confartigianato, e Graziano Tilatti presidente della Popolare di Cividale.

«L’auspicio per questo evento - conclude Muradore - è che sia l’occasione per una lettura nuova della condizione dei giovani, e da qui capire cosa è possibile fare, in concreto, per aiutarli».

 
 

Mercoledì 01 Aprile 2015

 

«I giovani? Né rassegnati né bamboccioni»

L’analisi di Bruno Tellia al convegno organizzato da Cisl e Banca Popolare di Cividale

“I giovani non entrano nel mondo del lavoro perchè ci sono lavoratori più tutelati che impediscono il ricambio. Troppe regole nel mercato del lavoro”. «Falso - ha spiegato Bruno Tellia -: l’ingresso dei giovani non dipende dalle regole, ma da nuovi posti di lavoro» che non ci sono. Se non si crea lavoro, il massimo che si può ottenere è che «i giovani rimpiazzino quelli che escono». E la conferma arriva dai dati sulla disoccupazione giovanile: nel 2014 al 27,1%, nel 2002 l’11%. Altro stereotipo: i giovani sono poco produttivi perchè scuola e università non li preparano adeguatamente. «Falso - ha detto Tellia -: non è compito della scuola “formare” al lavoro, che è invece compito delle imprese. Un ruolo a cui tendono a sfuggire perchè ritengono la formazione un costo e non un investimento».

Il sociologo ha smantellato anche un altro luogo comune, quello riferito all’eccesso di istruzione, titoli di studio più elevati rispetto alla richiesta dell’impresa, e contestato la definizione di “bamboccioni”. Se i giovani restano a lungo in casa non è per scelta, ma per cultura. Infine il “male assoluto” non è il lavoro precario, o meglio così viene considerato nel nostro Paese, mentre in altri è ritenuta una opportunità di fare esperienze diverse. I dati di Tellia dimostrano poi che l’occupazione a tempo determinato in Italia non è aumentata negli anni ne rappresenta una percentuale diversa rispetto alla media Ue. In Italia - dato 2013 - i lavoratori con contratto a termine erano il 13,2 per cento, nella Ue il 13,8, in Fvg il 12,5. Nel concludere il proprio intervento che ha dato il “la” alla tavola rotonda organizzata dalla Cisl e dalla Fnp Cisl ieri a Cividale, Tellia ha detto che «i giovani non sono rassegnati, si adattano a quel che offre il mercato, e vanno all’estero. Ogni generazione ha i propri problemi da risolvere e ogni generazione li ha risolti da sola. Bene è non intralciare questo percorso».

Dopo i saluti di Paolo Mason, che ha indicato la priorità, «creare posti di lavoro», e la relazione di Tellia, è salito sul palco il presidente della Banca Popolare di Cividale, partner dell’evento, Graziano Tilatti, che ha spiegato le ragioni della targa dedicata alle vittime del lavoro, scoperta ieri nella sede dell’istituto. Quindi il dibattito con Francesco Roiatti, presidente del Gruppo giovani di Confartigianato Fvg, Matteo Di Giusto presidente dei Giovani di Confindustria Fvg, Ermenegildo Bonfanti, segretario nazionale della Fnp Cisl, Gianluigi Petteni, segretario confederale della Cisl nazionale, e le conclusioni dell’assessore regionale al Lavoro, Loredana Panariti.

Elena Del Giudice

Ennio Toniutti
Ennio Toniutti
archivio
Paolo Mason
Paolo Mason
archivio
Roberto Muradore
Roberto Muradore
archivio

la federazione:

altre risorse: